Condividi su Twitter Condividi su Facebook Condividi su LinkedIn

RIPARTE IL LEASING NEL 2014

RIPARTE IL LEASING NEL 2014 Stagione di ottimismo e speranza in arrivo per le società di leasing che incassano il duplice regalo da parte del governo con l’avvio (pure se ritardato di molto) della nuova Sabatini, ora finalmente operativa, per sussidiare gli investimenti in attrezzature e macchine e il ritorno ad una fiscalità favorevole sul periodo di ammortamento accelerato che rende più conveniente la soluzione leasing al concorrente mutuo. Fiducia al punto che l’associazione di categoria ASSILEA ha investito in una dose non banale di pubblicità per ricordare alle imprese gli aspetti favorevoli del leasing.
Sarebbe un’inversione di tendenza dopo una lunga serie di anni molto magri  che ha ridotto fatturato e utili delle società di leasing e messo a dura prova tutte le reti di broker e intermediari esterni.
Le previsioni per il 2014 sono piuttosto favorevoli per quanto hanno confessato ad Assilea alcune delle principali società di leasing di estrazione bancaria dichiarazioni riportate sul magazine di Assilea ‘La lettera’:
Alba Leasing (Angelo Abelli): “Relativamente alla prima domanda lo stipulato atteso di Alba Leasing per il 2014 è previsto oltre i 900 milioni di euro, in crescita rispetto al 2013. Riteniamo che l’incremento rispetto allo scorso anno sia in linea sia con la moderata crescita attesa degli investimenti fissi lordi, in particolare in impianti e macchinari, che con i vantaggi derivanti dalla nuova normativa fiscale.”
Credit Agricole Leasing (Vincenzo Aloe): “Calit ha pianificato, considerando i segnali di ripresa e le importanti novità fiscali, di maturare nelcorso del 2014 una produzione compresa nella forchetta 350/mln-360/mln. Circa la composizione della produzione riteniamo che il comparto strumentale rappresenterà una fetta del 60% ed il resto più o meno equamente diviso tra immobiliare, auto ed energia rinnovabile. siamo in fase di start up con la c.d. Nuova Sabatini, per cui ci è difficile valutare le previsioni del peso sulla produzione 2014. Certo è che ci puntiamo molto e ci stiamo attrezzando per massimizzare il risultato e consentire alle PMI nostre clienti di realizzare gli investimenti necessari al rilancio e dare il nostro contributo alla rinascita industriale del Paese.”
Iccrea Banca Imprese (Enrico Giancoli): “Per quanto attiene alla prima domanda abbiamo ipotizzato uno stipulato di circa 750 mlm, concentrato principalmente nel settore strumentale e immobiliare. La c.d. “ Nuova Sabatini”, per rispondere al terzo quesito, si sta delineando come uno strumento tra i più controversi nel panorama agevolativo degli ultimi anni. Sospinto da una grande risonanza mediatica, il mondo imprenditoriale sta attendendo con ansia l’apertura dello sportello ai fini della presentazione della domanda. Iccrea BancaImpresa, anche con il supporto di Assilea, sta ancora analizzando gli aspetti positivi e negativi che la normativa presenta e valuterà nei prossimi giorni l’ipotesi di sottoscrivere la convenzione. Se lo strumento non avesse presentato criticità proprio nell’applicabilità al leasing, avrebbe sicuramente implicato un forte rilancio del mercato.”
MPS Leasing&Factoring (Paolo Iacchettini: “Rispondiamo al primo quesito prevedendo uno stipulato 2014 di € 550 milioni, con una ripartizione tra prodotti che vede la tenuta del Targato ed un incremento significativo dello Strumentale controbilanciati da una riduzione significativa dell’Energy e del Nautico ed una diminuzione limitata dell’immobiliare; in questo comparto prevediamo una riduzione del taglio medio delle operazioni derivante da minore incidenza dei big ticket compensata da un numero più elevato di contratti di taglio minore, anche in relazione alle modifiche normative sulla deducibilità”
Selma Bipiemme Leasing (Ermanno Martelli): “Dai primi segnali ricevuti dal mercato è ragionevole presumere, per l’anno 2014, un valorecomplessivo di stipule attorno ai 250 Milioni”
E chiudiamo con le previsioni di UCIMU l’associazione dei produttori di macchine utensili per bocca del suo DG Alfredo Mariotti: “Accogliamo con favore la riduzione della durata fiscale del leasing, introdotta dalla Legge di stabilità. La maggiore velocità di ammortamento degli investimenti in beni strumentali potrà contribuire alla ripartenza del mercato interno, fermo dal 2009, da noi prevista per il 2014. Giudichiamo molto positivo anche il fatto che la Sabatini bis preveda incentivi anche per gli acquisti effettuati in leasing: i due strumenti insieme creano una agevolazione significativa, che dovrebbe stimolare le imprese italiane, i cui beni strumentali sono molto spesso completamente ammortizzati e che si trovano nella necessità di effettuare nuovi investimenti.”
Quindi motori accesi in tutte le società di leasing per visitare imprese e proporsi sui nuovi investimenti. Nessuno si è sbilanciato sui tassi che saranno applicati, perché occorre sempre ricordarsi che le società di leasing bancarie dipendono dai mezzi finanziari delle loro banche-madri e che per finanziarsi a costi superiori al 5-6% le imprese devono essere sicure di potere coprire il costo finanziario.
InMind Consulting si propone in tal caso di assistere le imprese nella formulazione di un progetto di investimento in tutto il suo iter. 

ShareBox@FB


Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per tutte le ultime info e news aggiornate....


Partners

Nuove Frontiere LavoroConfimpreseMoney FarmAngaisaSuor Orsola BenincasaBW ConsulenzaBridge CapitalContasSOS Impresa SalernoReal TimeRe-InnovaApcoAndrea BertiniTeamFourOrientatoriUnimecatorumBanca EticaLettera 43Centro Commerciale Vomero ArenellaZululab

 

InMind Consulting S.r.l. - P.IVA 07414621214
Piazza G. Bovio 22, Napoli - Tel./Fax 081.19806273
web: www.inmindconsulting.eu