Condividi su Twitter Condividi su Facebook Condividi su LinkedIn

PICCOLA RIFLESSIONE SULLE STORIE DI SUCCESSO DURANTE LA CRISI

PICCOLA RIFLESSIONE SULLE STORIE DI SUCCESSO DURANTE LA CRISI Sono tante le facce delle imprese in crisi che mi tornano in mente. Facce stravolte, voci strozzate, gesti duri. I tartassati della crisi. Quelli presi a calci dalle istituzioni e dalle banche.
Nulla di piu’ vero : i piccoli e medi imprenditori onesti sono i nuovi eroi italiani.
E allora parliamo di loro, dedichiamoci la giusta attenzione, cerchiamo di soffermarci sulle cause……
Aldila’ della retorica del padroncino spolpato da Equitalia, nel crac italiano di questi mesi, a dire il vero, abbiamo anche ravvisato molta improvvisazione, poca cultura di impresa, scarsa capacita’ di effettuare i dovuti cambiamenti in tempi rapidi e anche…..qualche cialtroneria.
In altri termini l’incapacita’ di reggere la competizione !!
La crisi sta facendo selezione, liberandoci di chi e’ inadeguato a stare sul mercato, dai mille furbetti che sono rimasti immeritatamente a galla nella grande palude. La crisi inghiotte le nostre imprese a ritmi impressionanti, e nel caos muoiono i sani e i malati.
Ma se vogliamo raccontare il futuro, cosa c’e’ domani , non possiamo fermarci ai defunti.
Ripetiamo spesso che probabilmente la responsabilita’ e’ anche della consulenza “standard”, molto capace finora di organizzare dei bellissimi funerali (efficienti nelle relazioni con tribunale fallimentare piuttosto che con la commissione tributaria……..) ma non in grado di curare il malato, anche se terminale o, peggio ancora, poco attenta al paziente sano che potrebbe contrarre qualche virus ; mai analisi preventive, decisioni coraggiose …..sempre consultazioni post !!!.....appunto quando il paziente e’ morto !!!
Non lo scrivo per buonismo o spirito di patria: per come siamo messi oggi, il pessimismo e’ un sentimento onesto.
E non e’ con l’ottimismo elettorale (del momento) che ci caveremo fuori dai guai.
Pero’ limitarsi a raccontare chi e’ caduto e chi cadra’ non basta piu’ !!!
Io ho due figli e sto tentando di capire se l’italia e’ ancora un Paese per loro. E questa professione mi permette di percorrere il nostro Paese da Nord a Sud, ragion per cui mi imbatto anche nell’Italia che ci crede, nonostante il vento cattivo che soffia contro.
Le persone e le aziende che ce la fanno a resistere alla crisi sono generose, creative, orgogliose e talvolta egocentriche (malattia diffusa tra gli imprenditori), in alcuni casi geniali.
Incazzati, disillusi e un po’ folli, pero’ mai stanchi di provarci.
Con un filo che lega tutte le storie di successo: la capacita’ di adattarsi al cambiamento degli uomini e delle donne che hanno portato le imprese al successo. Per opporsi al declino, hanno sviluppato la fantasia e il senso di comunita’ coinvolgendo attivamente chi “sollecita il processo di cambiamento”, la consulenza come temporary management attivo e responsabile del successo aziendale.
Riuscendo a migliorare i fatturati in situazioni disperate o quantomeno a realizzare margini operativi lordi migliori rispetto al passato .
E dimostrando che in Italia la crisi si puo’ ancora vincere.
Che il made in Italy e’ la memoria di cio’ che eravamo e rischiamo di non essere piu’.
Che solo coinvolgendo la consulenza specialistica e i giovani (ricambio generazionale) nelle aziende si possono tenere accesi sogni e desideri.
Perche’ non puo’ esserci impresa impossibile senza coraggio e senza umanita’ .

ShareBox@FB


Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per tutte le ultime info e news aggiornate....


Partners

ApcoConfimpreseNuove Frontiere LavoroOrientatoriSOS Impresa SalernoSuor Orsola BenincasaAngaisaUnimecatorumZululabContasBW ConsulenzaCentro Commerciale Vomero ArenellaLettera 43Money FarmRe-InnovaBanca EticaReal TimeTeamFourBridge CapitalAndrea Bertini

 

InMind Consulting S.r.l. - P.IVA 07414621214
Piazza G. Bovio 22, Napoli - Tel./Fax 081.19806273
web: www.inmindconsulting.eu