Condividi su Twitter Condividi su Facebook Condividi su LinkedIn

Nasce InMind Academy

Il nuovo corso di Formazione Manageriale firmato InMind Consulting

Nasce InMind Academy
DIFENDERSI DALLA CRISI (E DAL SISTEMA) SI PUO’: NASCE INMIND ACADEMY – L’AREA DEDICATA ESCLUSIVAMENTE ALLA FORMAZIONE MANAGERIALE NELLE PMI
 
Che le banche possano, a ragion del vero, essere ritenute colpevoli di numerosi reati nei confronti di tante Piccole e Medie imprese italiane è ormai chiaro! Che le tante – troppe – irregolarità e negligenze commesse quotidianamente e continuamente dagli Istituti di Credito fossero nascoste a quei piccoli e medi imprenditori che così spesso si affidano inconsapevolmente (o ignavamente) ai propri “direttori-mentori”, pure lo sapevamo! Che proprio quelle irregolarità (veri e propri reati) commesse dalle banche siano, in molti casi, la ragione primaria delle difficoltà finanziarie che oggi schiacciano e mettono a rischio la solidità e l’esistenza stessa della maggioranza delle Piccole e Medie imprese di questo Paese, anche! Che parte della responsabilità di questa “triste storia” sia da attribuirsi alle stesse vittime … è un po’ meno noto!
Lungi dal voler “accusare” chi ha pagato, talvolta al caro prezzo della vita stessa, gli abusi di un sistema senza scrupoli, che in vista della “massimizzazione cieca del profitto” ha commesso ben più di un reato ai danni del nostro sistema produttivo italiano; vogliamo però sottolineare la responsabilità, seppur inconsapevole, dei piccoli e medi imprenditori che, a causa della propria inesperienza, disinformazione, negligenza o superficialità, hanno reso fin troppo semplice “il gioco” alle banche!
Firme apposte seduta stante, senza neppure guardare tutte le pagine del contratto; clausole mai lette; estratti conto mai analizzati, o addirittura mai conservati; scalari trimestrali mai confrontati; svariate tipologie di prodotti finanziari acquistati senza conoscerli; aumenti di tassi a inizio trimestre mai notati; profili di rischio mai richiesti né controllati…sono solo alcuni degli errori o omissioni che si possono ravvisare a carico di tanti piccoli e microimprenditori, che oggi appartengono alla triste categoria delle “vittime della banca”.

Ma allora, qualcosa si poteva evitare?

Ebbene, nel confermare il cinismo, l’arroganza e l’immoralità con cui le banche esercitano un vero e proprio abuso della propria posizione dominante nei confronti dei correntisti, che ne subiscono le gravi conseguenze; non possiamo non riconoscere che spesso la mancanza di una cultura aziendale all’interno delle Piccole e Medie Imprese ha reso queste ultime complici dello spietato progetto di “conseguimento della massimizzazione dei profitti delle banche”, seppur in maniera del tutto inconsapevole. Ma è proprio questo il punto: quanta cultura aziendale e consapevolezza nel fare azienda (non solo sotto gli aspetti finanziari) c’è nelle Piccole e Medie Imprese?
L’argomento pare di grande interesse, considerando la rilevanza del fenomeno delle PMI in Italia: il tessuto imprenditoriale e produttivo italiano è caratterizzato da dimensioni ridotte, modelli di governance semplificati, concentrazione delle quote di proprietà, un controllo prevalentemente familiare e una gestione aziendale accentrata. D’altro canto, queste sono le stesse caratteristiche delle imprese che risultano maggiormente indebolite dalla crisi, che non riescono a recuperare terreno con la stessa capacità delle imprese più grandi in uno scenario economico ancora fortemente critico. Ecco perché oggi diventa cruciale per le piccole imprese, più che mai, la scelta e l’applicazione di efficaci strategie di policy orientate al medio-lungo termine. In tal senso si comprende il ruolo cruciale che possono esercitare le politiche connesse ad interventi specifici di formazione professionale. Tale ruolo cruciale sembra essere ormai riconosciuto dalle aziende stesse, come dimostra l’analisi condotta dall’ISFOL nell’ultimo rapporto sulla formazione continua, la quale evidenzia un considerevole ricorso alle politiche formative proprio da parte delle imprese colpite dalla crisi.

Ed è proprio l’esperienza di chi ha conosciuto a fondo le Piccole e Medie Imprese italiane – prima nella veste dell’allineatissimo manager bancario, e successivamente dal lato del consulente aziendale che oggi affianca quelle PMI che dallo stesso sistema bancario, cui in passato apparteneva, rischiano ogni giorno di essere schiacciate – che ha ispirato la mission di un nuovo, ambizioso progetto nell’ambito della società di consulenza InMind Consulting del dott. Vincenzo Imperatore: InMind Academy, l’area dedicata esclusivamente alla formazione manageriale nelle PMI. InMind Academy – contando sul patrocinio di Banca Popolare Etica che, con una mission e vision fortemente orientate alla responsabilità sociale, è una banca “differente” e molto affine a questo progetto e con il tutoraggio accademico dell’illustre prof. Angelo Scala – mira a fornire gli strumenti per una efficace direzione d’azienda, contribuendo all’accrescimento della capacità imprenditoriale all'interno della piccola impresa, affinché i microimprenditori italiani imparino ad operare scelte (non solo finanziarie) consapevoli e responsabili, anziché subire passivamente le pressioni del mercato (o del sistema).
“Professione Impresa – Metodi e strumenti per gestire l’azienda e affrontare la crisi” è il percorso formativo proposto da InMind Academy. Innovativo, moderno e dinamico è stato ideato per soddisfare concretamente le reali esigenze del piccolo imprenditore e per rappresentare un supporto accurato e puntuale, ma al tempo stesso semplice e comprensibile, per i milioni di piccoli imprenditori che rappresentano l’80% del sistema produttivo italiano: fondamentali e complessi concetti di economia e management vengono trasferiti in modo semplice e fruibile, consentendone la metabolizzazione e la comprensione a chiunque desideri guidare la propria impresa, con nuova consapevolezza e competenza, verso scenari futuri. Attraverso questo percorso - il cui primo modulo è dedicato proprio al tema finanziario, a causa dell’importanza strategica di questo argomento nell’attuale scenario economico - si vuole veicolare all’interno delle piccole e micro imprese - soprattutto quelle a carattere familiare - e presso le nuove generazioni, che dovranno garantirne il ricambio, la funzione strategica della cultura manageriale di impresa, divenuta fondamentale per garantire non solo la solidità, ma la sopravvivenza stessa della piccola imprenditoria italiana in un contesto che diventa sempre più complesso e competitivo.

CLICCA QUI PER COLLEGARTI ALL'AREA DEDICATA ALLA FORMAZIONE MANAGERIALE ED OTTENERE MAGGIORI INFORMAZIONI SU INMIND ACADEMY

ShareBox@FB


Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per tutte le ultime info e news aggiornate....


Partners

Andrea BertiniTeamFourUnimecatorumMoney FarmSOS Impresa SalernoBanca EticaRe-InnovaSuor Orsola BenincasaOrientatoriCentro Commerciale Vomero ArenellaZululabReal TimeAngaisaApcoNuove Frontiere LavoroBW ConsulenzaConfimpreseContasLettera 43Bridge Capital

 

InMind Consulting S.r.l. - P.IVA 07414621214
Piazza G. Bovio 22, Napoli - Tel./Fax 081.19806273
web: www.inmindconsulting.eu