Condividi su Twitter Condividi su Facebook Condividi su LinkedIn

Impianti sportivi: solo 20 giorni giorni per accedere al bando statale per 4.200 progetti in Campania

Soggetti pubblici ed enti, che svolgono attivit? senza scopo di lucro, hanno 20 giorni per accedere ai fondi statali stanziati per la costruzione, ristrutturazione o riqualificazione di impianti sportivi in Italia

Impianti sportivi: solo 20 giorni giorni per accedere al bando statale per 4.200 progetti in Campania Per la prima volta - a 25 anni dalla legge 65/87 che istituì i fondi Italia 90 - vengono destinati finanziamenti statali all'impiantistica di base nel settore sportivo. Il decreto "Fondo per gli impianti sportivi" del valore complessivo di 18 milioni di euro risulta infatti pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 27 aprile 2013 ed e' stato fimato il 25 febbraio dal Ministro per gli affri regionali, il turismo e lo sport di concerto con il ministro della economia e delle finanze 

Possono accedere al fondo i soggetti pubblici e gli Enti di promozione sportiva e utilità sociale che svolgono attività senza scopo di lucro che potranno essere presentati progetti per la realizzazione o la ristrutturazione, adeguamento e messa a norma degli impianti.

Per la prima volta - a 25 anni dalla legge 65/87 che istituì i fondi Italia 90 -vengono destinati finanziamenti statali all'impiantistica di base nel settore sportivo.

Possono accedere al fondo, del valore complessivo di 23 milioni di euro, i soggetti pubblici e gli Enti di promozione sportiva e utilità sociale che svolgono attività senza scopo di lucro. I progetti per la realizzazione o la ristrutturazione, adeguamento e messa a norma degli impianti devono essere presentati entro 45 giorni dalla pubblicazione del Decreto.
In Campania c'e' spazio per 4.200 progetti e InMind Consulting offre consulenza per la predisposizione e la presentazione delle domande. 

Saranno finanziati al 100% (a fondo perduto) i progetti selezionati che prevedono costi fino a 100 mila euro, mentre per importi superiori saranno applicate consistenti quote di finanziamento, riportate in dettaglio nel decreto e nella tabella risssuntiva sottoallegata

Un Nucleo di valutazione istituito dal Ministro per gli affari regionali, il turismo e lo sport elaborerà entro 90 giorni dalla scadenza del termine delle domande la graduatoria di merito dei progetti. La graduatoria sarà approvata con decreto del Capo Dipartimento per gli affari regionali, il turismo e lo sport e pubblicata sui siti istituzionali.

Il Fondo rientra nelle misure urgenti adottate dal Governo per la crescita del Paese ed è stato istituito "per lo sviluppo e la capillare diffusione della pratica sportiva a tutte le età e fra tutti gli strati della popolazione"(art. 64, comma 2 del DL 83/2012, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012 n. 134). Dal confronto con le altre nazioni europee si è riscontrato infatti che, in media, l'Italia soffre di una significativa carenza di spazi dedicati all'attività sportiva, soprattutto nel Mezzogiorno.

In questo quadro si inserisce la riattivazione dell'ONIS -Osservatorio Nazionale per l'Impiantistica Sportiva.
Tra le attività dell'Osservatorio è prevista la creazione - con il contributo del CONI e delle Regioni - di una banca dati nazionale degli impianti sportivi per monitorarne la distribuzione sul territorio.


SCHEDA SINTETICA DEL BANDO FINANZIAMENTI A FONDO PERDUTO PER LA REALIZZAZIONE,RISTRUTTURAZIONE, RIFUNZIONALIZZAZIONE DI IMPIANTI SPORTIVI.


SOGGETTI BENEFICIARI

Sono legittimati a presentare progetti con la relativa domanda:

a) enti pubblici territoriali e altre amministrazioni pubbliche;

b) federazioni sportive nazionali riconosciute dal Comitato olimpico nazionale italiano (C.O.N.I.);

c) associazioni e societa' sportive dilettantistiche iscritte nel registro del C.O.N.I.;

d) discipline sportive associate, riconosciute dal C.O.N.I.;

e) enti di promozione sportiva riconosciuti dal C.O.N.I.;

f) associazioni e fondazioni, anche a carattere religioso, che svolgano attivita' di promozione sportiva senza fini di lucro.



MODALITA' E LIMITI DI FINANZIAMENTO

Il Fondo e' destinato al finanziamento di progetti per la realizzazione di nuovi impianti , per la ristrutturazione, l'adeguamento funzionale e la messa a norma di impianti gia' in essere.

Il massimo finanziamento attribuibile a ciascun progetto :

-per importi fino ad euro 100.000 sara' pari al 100% del costo complessivo dell'intervento;

-per importi compresi tra euro 100.000 ed euro 600.000 non potra' superare la somma di euro 100.000 piu' il 76% della quota eccedente euro 100.000;

-per importi compresi tra euro 600.000 ed euro 1.000.000 non potra' superare la somma di euro 480.000 piu' il 30% della quota eccedente euro 600.000;

-per importi compresi tra euro 1.000.000 ed euro 1.500.000 non potra' superare la somma di euro 600.000 piu' il 20% della quota eccedente euro 1.000.000;

-per importi superiori ad euro 1.500.00 non potra' superare la somma
di euro 700.000 piu' il 10% della quota eccedente euro 1.500.000.


Il costo del progetto si intende comprensivo delle spese di progettazione, direzione lavori e relativi oneri accessori, Iva compresa.

Il termine ultimo per la presentazione delle domande complete l’ 11 giugno 2013.









ShareBox@FB


Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per tutte le ultime info e news aggiornate....


Partners

OrientatoriCentro Commerciale Vomero ArenellaApcoBanca EticaSOS Impresa SalernoTeamFourAndrea BertiniRe-InnovaBridge CapitalSuor Orsola BenincasaLettera 43Real TimeMoney FarmUnimecatorumContasConfimpreseNuove Frontiere LavoroAngaisaBW ConsulenzaZululab

 

InMind Consulting S.r.l. - P.IVA 07414621214
Piazza G. Bovio 22, Napoli - Tel./Fax 081.19806273
web: www.inmindconsulting.eu