Condividi su Twitter Condividi su Facebook Condividi su LinkedIn

Deiulemar – “Sacco Bancario”, il libro che parla del crack: le rivelazioni shock di un ex dipendente bancario

Deiulemar – “Sacco Bancario”, il libro che parla del crack: le rivelazioni shock di un ex dipendente bancario

Recensione di Vincenzo Legna su TorreChannel.it su Sacco Bancario.Il grande imbroglio nel racconto di manager, gole profonde e risparmiatori truffati di Vincenzo Imperatore

E’ uscito il 26 ottobre “Sacco Bancario”, il libro di Vincenzo Imperatore che affronta una serie di scandali bancari e truffe ai danni di risparmiatori. Tra le vicende trattate dall’ex manager bancario c’è anche il crack Deiulemar. Nel capitolo dedicato c’è spazio per una cronistoria della vicenda – con tutti i vari passaggi che hanno portato allo svuotamento della Deiulemar Compagnia di Navigazione tramite la graduale cessione della flotta e del patrimonio immobiliare – poi largo alle testimonianze di un ex dipendente di una delle banche in affari con la Deiulemar e alle parole dell’avvocato Giuseppe Colapietro. Di seguito i passaggi salienti della testimonianza dell’ex dipendente bancario.

Le rivelazioni shock dell’ex dipendente bancario

“Il crack Deiulemar non è stato un fulmine a ciel sereno” rivela l’ex bancario, che poi parla dell’estensione di un fido a favore della compagnia poco prima del crack, a testimonianza di un’analisi creditizia fatta in maniera sommaria e basata soltanto sulle disponibilità personali dei soci. “Già nel settembre 2011 avevo iniziato a scrivere e a lanciare segnali di allarme, perché ero preoccupato. Sta di fatto che i miei superiori hanno cominciato a scavalcarmi o evitarmi ogni qual volta si dovevano prendere decisioni di peso che favorivano le manovre rischiose dei soci Deiulemar” racconta la fonte. Cosa ben più grave i vertici della banca in cui lavorava lo hanno minacciato una volta venuti a galla i guai della Deiulemar: “Devi dire che è colpa tua, che sei stato tu a non fare le segnalazioni di operazioni sospette all’antiriciclaggio”. Morale della favola: la persona che ha reso la testimonianza è stata licenziata. Poi il racconto di un incontro tra uno degli armatori (nel libro signor L.) e i vertici della banca per firmare un accordo che concedeva all’istituto la delega di amministrare e investire il patrimonio dell’armatore. Si parla di un atteggiamento altezzoso e spocchioso del signor L. che ad un centro punto, rivolto al testimone esclama: “Guagliò, vamme a piglà ‘na penna“. Frase che ha fatto scattare l’ex dipendente che ha prima urlato all’armatore di uscire dalla stanza, per poi andarsene lasciando ai dirigenti il compito di concludere l’operazione. Alla fine si dimostra così la sudditanza del sistema bancario nei confronti di coloro che hanno messo in ginocchio un’intera città.


ShareBox@FB


Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per tutte le ultime info e news aggiornate....


Partners

OrientatoriCentro Commerciale Vomero ArenellaApcoBanca EticaSOS Impresa SalernoTeamFourAndrea BertiniRe-InnovaBridge CapitalSuor Orsola BenincasaLettera 43Real TimeMoney FarmUnimecatorumContasConfimpreseNuove Frontiere LavoroAngaisaBW ConsulenzaZululab

 

InMind Consulting S.r.l. - P.IVA 07414621214
Piazza G. Bovio 22, Napoli - Tel./Fax 081.19806273
web: www.inmindconsulting.eu