Condividi su Twitter Condividi su Facebook Condividi su LinkedIn

Consulenza alle Aziende

Consulenza alle Aziende
Assistiamo i clienti nella definizione di sostenibili obiettivi di debito e della strategia per raggiungerli, nella selezione degli strumenti più adatti a soddisfare le loro necessità e nella negoziazione delle migliori condizioni possibili con la giusta controparte finanziatrice.
InMind Consulting offre anche consulenza nella definizione di nuove e più appropriate strategie, che prevedano anche la possibilità di realizzare diversi e più idonei accordi contrattuali con la controparte creditizia nel rispetto delle esindi il corrispettivo) dell’obbligazione di fare sorta ex lege in capo al concedente (al fine di evitare un suo indebito arricchimento) a fronte della semplice decisione di scioglimento operata dal curatore; in particolare quest’ultimo (terzo rispetto al fallito) non ha dovuto riconoscere alcun corrispettivo per far sorgere in capo al concedente il predetto obbligo. Si tratterebbe in sostanza di una obbligazione condizionata sorta in forza di legge in capo il concedente, avente ad oggetto la dazione di una somma di danaro per l’assunzione della quale la curatela non ha pagato alcun corrispettivo; in questa ipotesi non si configurerebbe operazione rilevante ai fini dell’imposta sul valore aggiunto per mancanza del presupposto oggettivo.

Peraltro, sotto una diverso ma più articolato profilo, tenuto conto della specifica ratio “riequilibratrice” della norma, l’obbligo ex lege del concedente di corrispondere detta somma alla curatela può - pur con un certo grado di approssimazione - configurare un’obbligazione volta a riconoscere alla procedura il plusvalore insito nel contratto (ed in particolare dell’opzione in esso contenuto) all’atto dello scioglimento (o in data ad esso prossima).
Anche in questa ipotesi è peraltro necessario indagare se detto riconoscimento abbia natura indennitario/risarcitoria ovvero corrispettiva.

InMind Consulting offre consulenza alle aziende attraverso il noleggio del CFO.

Il ruolo del CFO si propone di affiancare il libero imprenditore, specializzato nel suo settore, supportandolo per far sì che il sistema bancario sia un partner «paritario» e, dunque, gli oneri finanziari non prendano una rilevanza eccessiva nell’architettura del bilancio.
Il CFO organizzerà la filiera dei dati di partenza (contabili ed extra-contabili) circa la loro disponibilità, precisione e, elemento fondamentale, tempestività.
Nella proposta di Noleggio, la visione strategica di fondo è nell’idea di un legame di durata medio-lunga (2-3 anni), sebbene contrattualmente possa essere sezionato in periodi di durata inferiore (6 mesi-1 anno, eventualmente rinnovabili).
Per non gravare sull’economia dell’impresa, il mandato conferito sarà remunerato in maniera dilazionata in fase con i vari steps del percorso consulenziale così da legare staff ed imprenditore al rischio aziendale, in modo da evidenziare da un lato le capacità manageriali dei professionisti impiegati e dall’altro di non lasciare solo l’imprenditore nello sviluppo/difesa della propria impresa.

PERCHÈ?
Spesso le Aziende, gli Artigiani, i Commercianti e coloro che svolgono un’attività economica in proprio, non hanno la forza di avere stabilmente una figura simile all’interno della propria organizzazione.
L’Imprenditore svolge in prima persona solo una porzione delle attività del CFO, rinunciando implicitamente ai benefici che una figura professionale ad hoc potrebbe portare alla sua azienda.
Il lavoro del CFO si colloca a metà strada tra i compiti tipicamente affidati allo studio commercialista e le esigenze dell’azienda.
La proposta che faccio è quella di “noleggiare” una tale figura, affidando le funzioni ad un Consulente.
Si garantirebbe, così, un affiancamento – più o meno costante e duraturo – all’Imprenditore o all’Artigiano che, integrandosi con il suo Consulente, potenzierebbe e consoliderebbe la propria Azienda ed i propri affari.
Per la delicatezza dei temi trattati, l’incarico del Direttore Finanza-Amministrazione-Controllo, benché sia un Consulente, è comunque basato sulla fiducia reciproca.

COSA FA IL CFO?
-Analisi di Bilancio (equilibratura, composizione, indici, redditività,Basilea2, ecc.) e supporto al commercialista per la cura dell’equa distribuzione dei costi finanziari e per la costruzione di un soddisfacente rating bancario (ottimizzazione del portafoglio finanziario aziendale)
-Financial Planning, ovvero pianificazione della Tesoreria aziendale;
-Attività di Budgeting Finanziario, quindi programmazione degli interventi futuri, identificazione delle risorse economiche ed aziendali, analisi delle opportunità, ecc.;
-Stesura e/o Revisione del Business Plan dell’attività;
-Formazione specialistica delle risorse «amministrazione» dell’azienda
-Analisi e ottimizzazione dei portafogli finanziari aziendali
-Gestione dei rischi finanziari e analisi dei prodotti già sottoscritti
-Reperimento dei Finanziamenti per l’attività.
-Gestione dei rapporti con gli Istituti di credito al fine di tutelare il Cliente nelle problematiche afferenti la materia della tecnica e del diritto bancario e comunque di negoziare sempre le migliori condizioni (tassi, spese, commissioni, abbattimento degli oneri finanziari, ecc.) per lo stesso.
-Rapporti con gli Enti Pubblici in generale per il reperimento di bandi di finanziamenti agevolati in c/capitale o c/interessi;
-Rapporti con le Associazioni di categoria e di interesse (confidi, ecc.)
-Fornire una costante indicazione strategica, da un punto di vista finanziario, affinché l’Imprenditore possa prendere decisioni valutando tutti gli elementi di competenza del Consulente;
-Definire strategie di ristrutturazione del debito

ShareBox@FB


Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per tutte le ultime info e news aggiornate....


Partners

Money FarmBridge CapitalUnimecatorumBanca EticaApcoNuove Frontiere LavoroContasRe-InnovaConfimpreseLettera 43Andrea BertiniSOS Impresa SalernoTeamFourReal TimeSuor Orsola BenincasaCentro Commerciale Vomero ArenellaZululabOrientatoriAngaisaBW Consulenza

 

InMind Consulting S.r.l. - P.IVA 07414621214
Piazza G. Bovio 22, Napoli - Tel./Fax 081.19806273
web: www.inmindconsulting.eu